IT | EN
Patrocini
Coordinamento culturale
Media partner
Temporary sponsor
Sponsor tecnico
Event partner
Stampa

Interviste agli espositori 2019


GENUFLEX Srl
Arredamenti per chiese e restauri


Intervista rilasciata da Loretta Altin, CEO

Ci può presentare brevemente la sua azienda e la vostra produzione?

Genuflex ha oltre 60 anni di storia, e si occupa esclusivamente di arredo e restauro ligneo  per chiese. L'azienda nasce nel 1957 a Maser in provincia di Treviso, e inizia in forma artigianale i primi lavori di restauro su banchi e mobili antichi. Durante i primi dieci anni si specializza in questo settore, ampliando i suoi interventi  a: confessionali,  sacrestie ,  cori, bussole, portali. All’inizio degli anni 70  fa un salto di qualità passando alla costruzione di elementi nuovi, prodotti in vari modelli ed essenze. Sempre in quel periodo “inventa”  un nuovo modo di costruire i confessionali, creando delle vere e proprie salette dialogo, fruibili in maniera più consona e riservata, insonorizzate e climatizzate. Per aiutare a salvaguardare il notevole patrimonio artistico presente nelle chiese inizia nello stesso tempo a proporre interventi di “trasformazione” dei confessionali antichi, restaurandoli  e trasformandoli internamente, rendendoli attuali senza alterarne lo stile. Punti di forza dei nostri prodotti sono la qualità e il design, costantemente aggiornati e migliorati  attraverso la ricerca di materiali e soluzioni innovative,  coniugati all’esperienza. Il coronamento di questo impegno sono i tanti clienti che ci hanno scelto, dalla piccola parrocchia di provincia al grande santuario internazionale in collaborazione con i più importanti studi di architettura contemporanei (Renzo Piano, Paolo Portoghesi, Mario Botta, Eugenio Abruzzini ecc.) .

Come valuta il trend del mercato italiano degli articoli religiosi oggi? E le esportazioni all’estero?

Il nostro settore vive un periodo di crisi legato al periodo che stiamo attraversando da qualche anno. Le parrocchie non hanno molte possibilità economiche e dovendo far fronte a vari impegni, sono costrette a ridurre allo stretto necessario le spese per il mantenimento delle strutture e per i nuovi acquisti. Il mercato estero qualche occasione potrebbe fornirla, purtroppo però  i nostri costi industriali mal si conciliano in  paesi dove  le possibilità economiche non sono allineate alle nostre.

Si avvicina la seconda edizione di Devotio”.  Qual è il suo parere su questa fiera? Perchè ha scelto di partecipare come espositore?

La scelta di partecipare a Devotio è  stata fatta perchè  attualmente è l’unica manifestazione in Italia che tiene conto della tipologia specifica del settore, coniugando i tempi e i modi al nostro tipo di clientela. Un appuntamento  che cerca di non essere  solamente  la classica vetrina di prodotti ma che propone incontri e convegni utili sia agli operatori che ai visitatori.

Quali novità porterete a Devotio 2019?

A Devotio porteremo:

  • due nuovi modelli di banco, con soluzioni ergonomiche aggiornate,
  • le ultime finiture antigraffio e anti umidità applicabili sia all’interno che all’esterno;
  • i nuovi sistemi di climatizzazione e Insonorizzazione ad alta efficienza.


CONTATTI